KARPACZ 7/9-settembre – THE PLACE TO BE!

La 30° edizione del Forum Politico ed Economico dell’Europa Centrale e dell’Est, si è svolta dal 7 al 9 settembre presso l’Hotel Gołębiewski, a Karpacz, in Polonia.

 

Si tratta della più grande conferenza organizzata tra l’Europa centrale e dell’Est, che ha come  missione la creazione di un clima favorevole per lo sviluppo della cooperazione politica, economica e sociale, in una prospettiva globale, tra gli stati membri dell’Unione Europea e gli stati confinanti.

Quest’ anno, il titolo citava:  “L’Europa in cerca di una leadership”; il nostro continente,  indebolito dalla pandemia da Corona-virus, affronta ora una sfida di ricostruzione della sua posizione economica e politica, al fine di mantenere un ruolo rilevante nelle relazioni internazionali. In tal senso, è stato fondamentale creare una voce unica e coerente per creare una leadership coesa e solida.

Come nelle edizioni precedenti, il Forum si e’ proposto come una piattaforma di incontro e di dialogo. Sono stati organizzati panels di economia, politica, diplomazia culturale e criptovalute, in cui si sono incontrati più di 3000 ospiti tra leader europei, esperti, imprenditori e circa 600 giornalisti, provenienti da oltre 60 paesi tra Europa, Asia, America e paesi del Medio Oriente.

La delegazione italiana e’ stata ampia, qualificata e robusta sia per la presenza del Sistema Italia in Polonia che per la partecipazione di una nutrita rappresentanza dall’Italia.

A parte SE  l’Ambasciatore d’Italia a Varsavia Aldo Amati e politici di primo piano quali la vice ministra Laura Castelli, i Senatori Pagano e d’Alfonso, Confindustria, nella sua globalita’, ha dato un contributo fondamentale alla buona riuscita della Ns/presenza come Sistema Italia.

 

PANEL B20

Il clou della  partecipazione italiana  e’ sicuramente stato  il Panel sugli outcomes del B20, dove Confindustria ha contribuito con la presenza di  Emma Marcegaglia, chairmain del B20 Italia e di Barbara Beltrame, presidente della Task Force Commercio e Investimenti di B20 Italia.

 

La dottoresa Marcegaglia  ha descritto il lavoro del B20 durante questo anno di presidenza italiana e a tal proposito ha tenuto un importante speech  sulla necessità di riformare il WTO “ L’Organizzazione Mondiale del Commercio è ferma. Il G20 spinga per la riforma” ; ha esordito , esortando  poi lo stesso a promuovere una roadmap di riforma del WTO, che sta affrontando una crisi profonda, amplificata dall’effetto pandemico , per cui però il business può mostrare la strada con cui fare la differenza“.

In quanto grande investitrice  in Polonia, ha poi sottolineato l’importanza di eventi come il Forum  per le imprese, per il settore pubblico e  per valutare le priorità e gli obiettivi comuni, al fine di sostenere e accelerare una crescita sostenibile ed inclusiva a livello mondiale.

Barbara Beltrame Giacomello, nostra Vice Presdiente con delega all’Internazionalizzazione, nonche  Presidente della Task Force Commercio e Investimenti di B20 Italia, nel delineare le 4 raccomandazioni politiche e il relativo metodo di misurazione che saranno trasmesse al governo italiano prima della riunione ministeriale del G20 sul commercio, ha dichiarato che “Un sistema di commercio e di investimenti aperto, equo ed inclusivo aiuterebbe enormemente la ripresa dalla pandemia, e sosterrebbe una crescita sostenibile a lungo termine”.

Il senatore Nazario Pagano, Presidente del Gruppo Interparlamentare Italia Polonia, ha allargato alla diplomazia culturale la collaborazione fra i due Paesi, ponendo l’accento sul contributo che le imprese italiane possono dare in Polonia,  sul tema della #transizioneenergeetica  verso fonti rinnovabili oltre che caldeggiare l’ingresso della Polonia nel circolo del B20/G20.

 

PANEL SU FDI IN POLONIA

Il panel dedicato agli investimenti e l’internazionalizzazione “Increasing Foreign Direct Investment as an Opportunity for the Economy” del Forum di Karpacz 2021 ha ospitato importanti personalità politiche ed economiche, che hanno discusso approfonditamente sul tema.

 

Protagonista, tra gli altri, è stato il Presidente di Confindustria Polonia, Simone Granella, quale rappresentante della comunità imprenditoriale e industriale italiana in Polonia.

I relatori si sono trovati concordi nell’indicare  come la Polonia  continui a mantenere una posizione importante nell’attrarre investimenti stranieri grazie ad una serie di fattori tra cui la sua felice posizione geografica, un mercato interno in continua crescita, un capitale umano di primissimo livello, una macchina burocratica efficiente e facilitazioni agli investimenti presenti sul tutto il territorio nazionale.

 

ULTERIORE PRESENZA ITALIANA NEL PANEL SU FDI

Laura Castelli, vice ministro dell’Economia,  è intervenuta nel panel “Between Quarantine and Development – Pandemic Response Models and the European Economy” stressando il punto che  al centro del ring post pandemia devono esserci i cittadini, i lavoratori e le imprese. Bisogna mettere in campo tutti gli strumenti a disposizione; e il “Fiscal Policy in the Coming Years” deve dare  rilevanza e peso all’entità del G20 con un occhio al tema della trasformazione digitale per riformare il processo burocratico.

 

Tra i panels organizzati nell’ultima giornata del Forum, è stata anche affrontata la discussione su “Cooperation for Creating the Brand of the Carpathian Region”. Questa regione, e’ ad oggi tra le maggiori mete turistiche poiché disporre di tutte le qualità, da un punto di vista economico, culturale e naturalistico, per farla divenire centro di investimenti e di sviluppo. Polonia, Romania, Slovenia, Ucraina e Ungheria, possono migliorare e promuoverne ulteriormente il proprio sviluppo,  aumentando la loro cooperazione e rendendo la loro immagine più centrale. E’ importante, a tal fine, anche  sottolineare il trilaterale tra i Primi Ministri di Polonia, Ucraina e Slovenia – rispettivamente Mateusz Morawiecki, Denys Šmihal’, e Janez Janša – poichè si tratta di Paesi dove  Confindustria Est Europa e’ presente,  dove siamo presenti.

Tra i tanti ospiti, abbiamo avuto anche l’opportunità di incontrare il Segretario di Stato dell’Industria, Artigianato e Commercio di San Marino insieme al Direttore del Dipartimento di Economia, che hanno già in essere una cooperazione con Confindustria Russia e vorrebbero estenderla a Confindustria Polonia ed Est Europa.

 

In definitiva si e’ trattato di un evento “must be” (ndr era presente come media partner  anche Radio 24), e speriamo di poter ampliare la nostra presenza per le prossime edizioni nel comune interesse della nostra associazione.

 

ul. Wawrzyniaka 6,
Wrocław 53-022 - Polonia
Tel. +48 717 215 111
Email: segreteria@confindustria.pl

ul. Mickiewicza 29 A piano 10/15,
Katowice 40-085 - Polonia
Tel. +48 322 058 968
Email: katowice@confindustria.pl

2021 © Confindustria Polonia - Privacy | Cookie